ott 18

Fonte FRONTIERA 11 ottobre 2008

AL GUIDOBALDI TRE ORI ALLA STUDENTESCA NEI CAMPIONATI ITALIANI DI ATLETICA
Di ALBERTO MILARDI

Rieti protagonista in pista e fuori, Latini, Martinelli, Fusiani come Spacca, Arcioni, Filipponi. Era dal 2002 che tre atleti della Studentesca Cariri non salivano sul gradino più alto del podio a livello individuale. A Torino, sei anni fa, le due stelle della Cariri Maria Enrica Spacca e Giulia Arcioni, dopo aver dominato la stagione precedente nella categoria Cadette, una con la maglia Cariri e l’altra con quella dell’AgipPetroli Roma, vinsero il loro primo titolo italiano, Spacca nei 400 metri (57″30), Arcioni nei 200 (24″68) per poi bissare con la vittona
della 4×400. A sorpresa, ma non troppo, anche Francesco Fllipponi, maglia azzuna in stagione, colse la vittoria nei 110hs con il tempo di 14″29. Quest’anno a Rieti si e fatto ancora meglio: sono stati tre gli ori conquistati, ma da tre atleti nati a Rieti e cresciuti nel vivaio della Studentesca Cariri. Leggi l’intero articolo »

ott 1

Torna in diretta l’appuntamento settimanale con l’atletica!!!Tutti i mercoledì dalle 19.00 alle 19.30 in diretta su mepradio.it o in radiofrequenza nel Reatino.

In studio io ed Alberto Milardi.

Aggiungici alla tua lista contatti ed interagisci con noi durante la trasmissione su MSN MESSENGER.

Ricorda reginatletica@live.it! Oggi speciale Lodi

ago 15

10.32…dentro!!!I fagiolini dell’orto di casa Filipponi funzionano :D

ago 11

Alla ventiquattresima edizione del palio dell’ariete, dopo lo strapotere incontrastato degli ultimi anni del rione San Filippo, “lo storico trofeo” è finalmente tornato al rione Costa. La rievocazione storica dell’assalto al castello da parte di Vitellozzo Vitelli, consiste nel trasportare lungo un percoso di 115 metri, un ariete in legno dal peso di 20kg, sostenuto da sei persone mediante sei corde ai lati. Vince chi naturalemnte impiega il minor tempo. Il percoso è composto da una breve parte in falso piano e da un impennata clamorosa negli ultimi 70 metri. Mai c’era stata una squadra così compatta, forte ed equilibrata, tanto che se non fosse stata cambiata la modalità di sfondamento della porta, la formazione composta dal sottoscritto, Roberto Johnson Donati, Mauro Wise Rossi, Andrea Vecchi, Federico Cipolloni (Capitano) e Stefano Laureti nell’ordine di formazione, avrebbe sicuramente ritoccato il record stabilito qualche anno fa propio dal rione San Filippo con 17.91 secondi. In ogni caso il 18.20 ottenuto ci ha permesso di staccare i secondi di ben 4 decimi.

Leggi l’intero articolo »